Questo sito impiega cookie come descritto nella informativa. Continuando la navigazione si esprime consenso a tale impiego

Magazine: L'Indiano

Il 29 maggio siamo andati (Modulo Viola) con il pulmino dell'Anffas a incontrare i pompieri.

Abbiamo visto la caserma e ci hanno mostrato come lavorano. Ci hanno mostrato il camion dove hanno tutti i macchinari che devono usare per spegnere un incendio - per fare il loro lavoro.

Il pompiere si è messo i vestiti: pantaloni, giacca, scarpe, guanti, cintura, berretto e casco. Le scarpe sono molto dure, ci siamo saliti sopra e il pompiere non si è fatto al male al piede. Siamo entrati nella caserma e ci siamo seduti in un’aula dove ci hanno fatto vedere altre cose che servono per il loro lavoro.

Abbiamo visto una bombola che contiene aria. Alla bombola è attaccato un tubo da un lato, mentre dall’altra parte del tubo è attaccato un cappuccio.

Il pompiere deve mettere il cappuccio in testa alla persona che deve salvare, così la persona può respirare, perché dal tubo esce l’aria che arriva nel cappuccio.

Abbiamo provato tutti ad indossare il cappuccio.

Alan ci dice: Alan tu volevi mettere il cappuccio?

Alan: “NO”

Perché non volevi mettere il cappuccio?

Alan: “UN POCO DE PAURA”

Poi però sei stato coraggioso e hai provato a mettere il cappuccio?

Alan: “Sì”

Poi siamo usciti dall’auto, siamo andati all’aperto e abbiamo provato la pompa dell’acqua. È come una pistola, bisogna premere e butta fuori l’acqua.

Alla fine abbiamo fatto un giro sul camion dei pompieri con la sirena accesa.

I pompieri ci hanno spiegato che bisogna chiamarli non solo quando c’è il fuoco ma anche se si rimane chiusi in ascensore oppure c’è uno spandimento con tanta acqua. Ci hanno anche detto che lavorano tanto quando c’è brutto tempo e tanta bora: se cadono degli alberi grandi in mezzo alla strada bisogna tagliarli a pezzi e portarli via con le gru.

Questa visita ci è piaciuta tanto; abbiamo capito che non bisogna aver paura. Se arrivano i pompieri vengono per aiutarci e noi dobbiamo stare tranquilli e fare quello che ci dicono!