Questo sito impiega cookie come descritto nella informativa. Continuando la navigazione si esprime consenso a tale impiego

Magazine: L'Indiano

Anche quelli che non sono andati in vacanza con l’anffas da nessuna parte questa estate hanno comunque trovato il modo di passare qualche bella giornata al mare. Come ogni anno siamo stati sulle spiagge di Trieste, Muggia e Sistiana.

Per quelli che sono rimasti dentro il comune di Trieste la scelta è stata facile: stabilimento LANTERNA, detto anche “el pedocin”.

Come sempre la’ abbiamo ritrovato tutti i nostri vecchi amici, i bagnini super gentili, il gazebo per l’ombra, i tavoli e le sedie, il bar che ci prepara un buon cappuccino e ci fa trovare gelati squisiti. La spiaggetta è sempre pulita e il mare di mattina presto abbastanza bello, nonostante le navi che passano troppo vicino.

Qualche volta, specialmente se il tempo era un po’ variabile, siamo stati anche a Barcola, in Pineta. Anche senza fare il bagno ci siamo divertiti con i giochi, il campo di basket e quello “di lavre” e poi abbiamo fatto il picnic sotto gli alberi e non è mancato un buon caffè ai “baracchini”.

Anche la spiaggia di Castelreggio a Sistiana è stata molto frequentata. La’ il mare è proprio bellissimo, limpido e pulito. Ci siamo fatti delle nuotate lunghissime, specialmente nei giorni che faceva tanto caldo, abbiamo fatto sfide di nuoto, tuffi e giocato con la palla.

Avevamo un nostro posto fisso sotto gli alberi e abbiamo conosciuto e fatto amicizia con tante persone: addirittura una signora ci ha regalato delle collane colorate in simbolo di amicizia. A Sistiana abbiamo anche rivisto i nostri vecchi istruttori di vela...

Che simpatici! Stavano facendo i corsi estivi ai bambini, sia triestini che sloveni e austriaci. Chissà se riusciremo anche noi un giorno a ritornare in barca con loro... E' bellissimo andare con il vento in poppa in mezzo al mare.

Ultimo posto in cui siamo stati al mare è stato Muggia allo stabilimento San Rocco. Il mare è abbastanza bello, anche se di fronte si vede la ferriera di Servola con tutto il carbone. Abbiamo sempre i tavoli e l’ombrellone.

Insomma anche quelli che sono rimasti a Trieste hanno passato una buona estate... Sono bastate un asciugamano, un costume e un paio di ciabatte...