Questo sito impiega cookie come descritto nella informativa. Continuando la navigazione si esprime consenso a tale impiego

Le nostre news

Domenica 25 marzo torna, per il quinto anno consecutivo, l'appuntamento nelle principali piazze italiane con "Anffas in Piazza - V Giornata Nazionale della Disabilità Intellettiva e/o Relazionale", la manifestazione nazionale organizzata da Anffas Onlus - Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale, nata con l'obiettivo di sensibilizzare ed informare i cittadini sul tema della disabilità intellettiva e/o relazionale.
Anche quest'anno, quindi, le strutture associative Anffas (che sono più di 200 in tutta Italia) scenderanno in piazza per distribuire non solo il materiale informativo sulle attività dell'associazione ma anche e soprattutto il materiale formativo destinato alle persone con disabilità, ai loro genitori e familiari, agli operatori del settore, alle istituzioni ed alla cittadinanza tutta.

La giornata, infatti, sarà dedicata alla diffusione del nuovo modello di disabilità basato sui diritti umani contenuto nella Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità - che dal 2009 è Legge nel nostro Paese e che richiede un radicale cambiamento culturale e di approccio, da realizzarsi in attiva sinergia da parte dell'intera collettività - a partire dal coinvolgimento diretto ed attivo delle stesse persone con disabilità intellettiva e/o relazionale anche attraverso l'utilizzo di strumenti e materiali ad hoc come quelli predisposti in versione easy-to-read, ossia in versione facile da leggere e comprendere, che consentono alle persone con disabilità intellettiva e non solo di essere maggiormente consapevoli di tutti quelli che sono i propri diritti. Un aspetto di fondamentale importanza per riuscire ad ottenere una piena e reale inclusione in ogni contesto della nostra società.

Anche quest' anno si è svolto l'evento Anffas in Piazza, in piazza della borsa, il giorno 25 marzo. La giornata non era delle migliori perché c'era abbastanza vento, ma questo non ci ha fermato. Al banchetto allestito per l'evento c'erano Annalisa, Marinella ed oltre a me sono passati a salutare Maurizio, Betty con la sorella, Fulvio con sua mamma e Luciano con Reno. C'era anche il giornalista Mattia che ha scritto un bel articolo su Internet che abbiamo letto in classe. Un saluto al 2013.