Questo sito impiega cookie come descritto nella informativa. Continuando la navigazione si esprime consenso a tale impiego

Legge 112 del 2016 sul "DOPO DI NOI"

Abitare Possibile e Vita Indipendente

I progetti di Vita Indipendente e Abitare Possibile della Cooperativa Sociale Trieste Integrazione a Marchio Anffas Onlus rappresentano un’offerta di servizi diversificati a carattere di sperimentazione di un autonomia possibile, nonché di sollievo o residenziale, e si configurano come possibilità di un luogo di vita che, a seconda della tipologia d’utenza per la quale vengono progettai, può accoglie e prendersi  cura di ogni persona, garantendo il soddisfacimento dei bisogni primari, affettivi e di relazione, supportando la famiglia di origine.  Ma soprattutto visto il loro carattere innovativo e sperimentale mirano a favorire percorsi educativi di crescita, di implementazione delle autonomie di base, di sviluppo di capacità di vita autonoma.

.

Le esperienze di Vita Indipendente  si collocano all’interno di una rete di servizi territoriali rivolti alla disabilità, attraverso la stretta collaborazione coni Servizi Socio Sanitari e i Servizi Sociali di base, che accompagnano la persona durante tutto l’arco di vita, e con un raccordo continuo con i Servizi diurni, gli enti di Formazione Professionale, gli ambienti lavorativi di modo che ogni persona, mantenga rapporti significativi con le esperienza diurne dove quotidianamente si realizzano.

In quest’ottica la Cooperativa considera indispensabile la collaborazione con le famiglie, non solo bisognose di supporto, ma anche ricche di risorse concrete. Per questo ricerca con loro un’alleanza che permette di condividere la gestione della quotidianità, coinvolgendole il più possibile direttamente nella scelta degli interventi più adeguati.

Principi di fondazione  dei progetto

 

In linea con la normativa nazionale, il Progetto di Vita Indipendente recepisce e fa propri i seguenti principi al fine di tutelare i diritti fondamentali della persona umana:

  • ·Uguaglianza: il Servizio è accessibile a tutti, senza distinzione di sesso, razza, lingua, religione e opinioni politiche;
  • ·Imparzialità: il Servizio opera secondo criteri di obiettività;
  • ·Continuità: le prestazioni vengono erogate in modo regolare e continuativo;
  • ·Partecipazione: gli utenti e la famiglia vengono informati in merito alle modalità di funzionamento del Servizio e coinvolti nell’elaborazione del progetto individualizzato;
  • ·Professionalità: si assicura la presenza di operatori qualificati, che condividono strumenti e metodologie di lavoro;
  • ·Lavoro di rete con i servizi del territorio: il Servizio ricerca e promuove la collaborazione e la creazione di raccordi con altri soggetti pubblici e privati presenti sul territorio.

 Finalità

 I nuclei abitativi  di Vita Indipendente e Abitare Possibile  vogliono  essere uno spazio flessibile dove poter costruire progetti individualizzati che possano rispondere alle necessità del singolo e della famiglia per ciascun soggetto in accordo con altri Servizi territoriali, al fine di:

  • svolgere un’azione preventiva rispetto al rischio di perdita dell’autonomia favorendo l’esercizio delle capacità della vita quotidiana;
  • sostenere la persona disabile e la famiglia i nell’arco della propria vita prevenendo e accompagnandoli specialmente in momenti e di difficoltà o crisi;
  • mantenere la persona nel proprio ambiente di vita favorendo rapporti sociali e affettivi;
  • consentire una qualità della vita accettabile e condivisa;
  • prevenire l’isolamento creando momenti di socializzazione e nuovi legami che vadano oltre la cerchia familiare;
  • offrire un’alternativa alla istituzionalizzazione favorire percorsi di qualità di vita effettiva, di sperimentazione della cittadinanza attiva.